Serie B – Reazione della Paffoni, ma non basta per i due punti

Arriva la tanto richiesta reazione da parte dei rossoverdi di coach Ducarello, ma non basta. In quella che potrebbe essere stata l’ultima partita della storia al Pala Battisti, la Fulgor Basket lotta, reagisce e argina il talento di Brianza Casa Basket con una prova agonistica di buon livello, almeno nel secondo tempo. Nel finale, però, manca un po’ di lucidità per completare la rimonta e i neroverdi si prendono altri due punti confermandosi ai vertici della classifica. 

Partenza promettente, con la schiacciata di Balanzoni a segnare 2-0 Paffoni. Dopo il primo guizzo lacuale c’è solo la Lissone Interni sul campo 8-0 di break interrotto da un propositivo Fazioli, ma le giocate sopra il ferro e in corsa degli ospiti sono letali per una Paffoni quasi sempre in ritardo di un giro. Dopo aver toccato il +9 Brianza Casa Basket subisce l’impatto dalla panchina di Baldassarre, mentre Torgano trova fin da subito feeling con il canestro permettendo alla Fulgor di accorciare sul 17 a 20. Secondo quarto difficile: Fabiani è un fattore in area, procurandosi diversi tiri liberi, mentre Galassi inizia a colpire da fuori ampliano il gap tra le squadre. Alla pausa lunga è 34 a 45 per la formazione di coach Leonardi. Il rientro dagli spogliatoi è decisamente differente: la Fulgor ci prova, aumenta l’intensità e prova a scuotere l’ambiente. Le triple di Torgano, l’energia su entrambe le metà campo di Fazioli, le giocate di Baldassarre e Balanzoni provano a cambiare la forza d’inerzia, ma ogni volta manca un pezzettino per completare il puzzle e BCB resta saldamente avanti. La Paffoni non demorde, nell’ultimo quarto manda in affanno i neroverdi e accorcia, minuto dopo minuto. Finale tesissimo, in cui succede di tutto: la Fulgor manca un paio di volte il colpo del sorpasso, ma trova la tripla (da campione) del pareggio con Torgano (85-85). Ceparano subisce il 26esimo fallo (29 considerando i falli tecnici) della partita e va in lunetta con i tiri liberi 35 e 36 della gara della Lissoni Interni: sbaglia il primo, sbagliato il secondo, ma l’ennesima invasione (dubbia) fischiata in questo inizio di stagione 2023-2024 permette al numero 24 neroverde di ritirare; arriva il canestro del sorpasso. Nell’altra metà campo Picarelli si prende senza paura due triple consecutive nel rocambolesco balzo della palla a rimbalzo, ma i ferri del Battisti non accolgono e con la palla tra le mani di Kosic finisce la partita. 

Amaro in bocca, per una partita incredibilmente riaperta, per l’atteggiamento finalmente positivo e propositivo della squadra, ma ancora una volta non sufficiente a strappare i due punti. Domenica siamo di nuovo in campo, a Montecatini contro la capolista Herons. 

Paffoni Fulgor Omegna – Lissone Interni Brianza Casa Basket 85-86 

(17-20, 17-25, 27-27, 24-14)

Paffoni Fulgor Omegna: Marco Torgano 23 (4/6, 4/8), Filippo Fazioli 15 (1/2, 4/10), Jacopo Balanzoni 13 (6/12, 0/0), Zan Kosic 9 (3/4, 1/7), Patrick Baldassare 9 (3/4, 1/2), Manuele Solaroli 8 (2/3, 1/3), Andrea Picarelli 6 (1/1, 1/5), Mattia Coltro 2 (0/0, 0/1), Riccardo Chinellato 0 (0/2, 0/2), Filippo Puppieni 0 (0/0, 0/0), Dimitrije Jokovic 0 (0/0, 0/0), Issa Fomba 0 (0/0, 0/0)

Lissone Interni Brianza Casa Basket: Luca Fabiani 22 (5/6, 0/0), Matteo Galassi 18 (3/3, 3/9), Alessandro Ceparano 18 (3/4, 3/8), Nikola Nonkovic 9 (4/7, 0/2), Tommaso Lanzi 9 (1/4, 2/5), Augustin Caffaro 9 (1/2, 1/1), Alessandro Naoni 1 (0/3, 0/2), Leonardo Valesin 0 (0/1, 0/1), Paolo Redaelli 0 (0/0, 0/0), Andrea Loro 0 (0/0, 0/0)


Pubblicato

in

, ,

da

Tag: