Notizie
team

Palabattisti rovente – gara 1 a Piacenza

Si ferma a diciannove la striscia vincente della Paffoni, che perde gara 1 a Verbania contro la Bakery. Piacenza passa al supplementare, trascinata dal duo Pederzini-Perego, che griffano 49 punti e sono artefici di una prestazione monstre.

Palla a due in un Palabattisti rovente e pienissimo: splendida la coreografia prima della palla a due, con tutto il palazzetto colorato di rossoverde. Si parte con il quintetto solito per Ghizzinardi: Simoncelli, Benedusi, Torgano, Arrigoni e Dip. Piacenza invece presenta Maggio, Guaccio, Pederzini, Bruno e Perego. Subito botta e risposta Simoncelli-Pederzini, poi decisa accelerazione rossoverde, con 4 consecutivi di Dip ed un super Arrigoni che schiaccia il 13-7. Dall’arco l’ala milanese regala il 18-9 alla Paffoni al 7’. Ma qui Omegna termina il suo primo tempo: Piacenza chiude l’area, approfitta degli errori in sequenza della Paffoni e piazza un break di 15-2 in 7’, a cavallo di primo e metà secondo quarto, che cambia la partita. Il nervosismo è altissimo, anche perché i due in grigio ne combinano davvero troppe: il Palabattisti schiuma rabbia, falli in sequenza a Benedusi, Arrigoni e Bruni, gravati di tre penalità. Piacenza va 14 volte in lunetta ed a metà gara, con il grande impatto di Stanic, comanda 37-26. Nel secondo tempo la Paffoni ha un’altra faccia ed altra determinazione: Villa segna dall’arco con l’aiuto del ferro, ma è Francesco Fratto l’anima della riscossa. Piacenza vive sulle magie degli straordinari Perego e Pederzini, autori di una partita immaginifica. Un break di 8-0 propiziato quasi tutto da Simoncelli firma il pareggio del 30’, sul 53-53. E’ Fratto a dare il vantaggio alla Paffoni(55-53), ma riprende il Pederzini show, con l’ausilio di Birindelli. A due minuti e mezzo dalla sirena la Bakery guida 62-57, ma il solito Fratto e Arrigoni pareggiano a quota 62. Due liberi di Perego, canestro di Arrigoni: 64-64 a 35’’ dalla fine. Piacenza sbaglia il tiro, Simoncelli avrebbe la palla della vittoria ma la sua conclusione in precario equilibrio è sballata. Si va al supplementare e nella guerra di nervi ha la meglio la Bakery: la freddezza di Perego e Pederzini è determinante, anche perché Omegna è in decisa confusione. Termina così 77-68 per gli ospiti.

Share Button
Powered by SGP Creativa